Circolare n° 109 del 24-09-2020

Direzione Centrale Entrate
Direzione Centrale Organizzazione e Comunicazione
Direzione Centrale Tecnologia, Informatica e Innovazione
Ai Dirigenti centrali e territoriali
Ai Responsabili delle Agenzie
Ai Coordinatori generali, centrali e
territoriali delle Aree dei professionisti
Al Coordinatore generale, ai coordinatori
centrali e ai responsabili territoriali
dell'Area medico legale

E, per conoscenza,

Al Presidente
Al Vice Presidente
Ai Consiglieri di Amministrazione
Al Presidente e ai Componenti del Consiglio di Indirizzo
di Vigilanza
Al Presidente e ai Componenti del Collegio dei Sindaci
Al Magistrato della Corte dei Conti delegato
all'esercizio del controllo
Ai Presidenti dei Comitati amministratori
di fondi, gestioni e casse
Al Presidente della Commissione centrale
per l'accertamento e la riscossione
dei contributi agricoli unificati
Ai Presidenti dei Comitati regionali
Convenzione tra l’INPS, l’INL e CONFSERVIZI, CGIL, CISL e UIL per l’attività di raccolta, elaborazione e comunicazione dei dati relativi alla rappresentanza delle organizzazioni sindacali per la contrattazione collettiva nazionale di categoria. Istruzioni operative

Si forniscono le istruzioni operative riguardanti l’attività di raccolta del dato associativo, relativo a ciascuna organizzazione sindacale di categoria firmataria o aderente al Testo Unico sulla Rappresentanza del 10 febbraio 2014, sottoscritto da CONFSERVIZI, CGIL, CISL e UIL e modificato il 26 luglio 2018.

INDICE


1. Premessa


2. Raccolta del dato associativo

3. Istruzioni operative

1. Premessa

Con la determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione (ex D.I. 14 marzo 2019) n. 27 del 19 febbraio 2020 (Allegato n.1) è stata adottata la convenzione con cui CONFSERVIZI, CGIL, CISL e UIL, in attuazione del Testo Unico (di seguito, anche T.U.) sulla Rappresentanza del 10 febbraio 2014, come modificato dall’accordo del 26 luglio 2018, hanno rinnovato l’affidamento all’Istituto del servizio di raccolta, elaborazione e comunicazione del numero delle deleghe sindacali rilasciate, per ciascun ambito di applicazione dei contratti collettivi nazionali di lavoro (CCNL) riconducibili all’area di rappresentanza di CONFSERVIZI, ai fini della certificazione della rappresentanza delle organizzazioni sindacali per la contrattazione collettiva nazionale di categoria (cfr. la circolare n. 8 del 2018).

Inoltre, in base alla nuova convenzione saranno l’INPS e l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) a effettuare l’attività di raccolta del dato elettorale, relativo ai consensi ottenuti dalle singole organizzazioni sindacali (OO.SS.) nelle elezioni delle rappresentanze sindacali unitarie (RSU). All’INPS è anche affidata l’attività di ponderazione del dato associativo con il dato elettorale.

La citata convenzione, siglata il 20 maggio 2020, ha validità triennale dalla data di sottoscrizione. La richiesta di rinnovo a cura di CONFSERVIZI, CGIL, CISL e UIL dovrà pervenire all'INPS almeno tre mesi prima della scadenza.

Con la presente circolare si illustrano i punti salienti della convenzione, relativamente al dato associativo, rinviando a successiva circolare le indicazioni riguardanti il dato elettorale e la ponderazione dei dati.

2. Raccolta del dato associativo

Riguardo il dato associativo, l’INPS raccoglierà dalle aziende, in un’apposita sezione della denuncia contributiva, le informazioni relative al contratto collettivo nazionale di lavoro applicato, tra quelli rientranti nell’area di rappresentanza di CONFSERVIZI, e alle organizzazioni sindacali cui aderiscono i lavoratori. Si precisa che l’invio del dato associativo non riguarda il personale dirigente.

Tali informazioni verranno acquisite dall’INPS attraverso la sezione <RappresentanzaSindacale> della denuncia aziendale del modulo Uniemens.

I dati raccolti verranno elaborati dall’Istituto che aggregherà per ciascun contratto collettivo nazionale di lavoro il dato relativo al numero delle deleghe conferite a ciascuna organizzazione sindacale di categoria, relativamente al periodo gennaio-dicembre di ogni anno.

A tal fine, è stato assegnato uno specifico codice ai contratti collettivi nazionali riferibili all’area di rappresentanza di CONFSERVIZI (Allegato n. 2). Tale Confederazione comunicherà all’INPS, tramite posta elettronica certificata (PEC), nonché alla CGIL, CISL e UIL, le variazioni nell’assetto dei relativi contratti nazionali.

Su indicazioni di CONFSERVIZI è stata effettuata una codifica anche delle organizzazioni sindacali firmatarie del T.U. del 10 febbraio 2014 ovvero aderenti al medesimo (Allegato n. 3).

CONFSERVIZI si è impegnata, inoltre, a comunicare tempestivamente all’INPS, tramite PEC, nonché alla CGIL, CISL e UIL, le ulteriori adesioni delle organizzazioni sindacali al T.U. Ne discende che le manifestazioni di volontà delle OO.SS. a partecipare alla rilevazione della propria rappresentanza devono essere indirizzate a tale Confederazione. Si ricorda tuttavia che, ai sensi dell’accordo di modifica del T.U. sulla Rappresentanza, le adesioni devono pervenire a CONFSERVIZI, al più tardi, entro il mese di settembre di ciascun anno per essere prese in considerazione in relazione al medesimo anno.

I predetti elenchi di CCNL e OO.SS. verranno pubblicati nell’allegato al documento tecnico per la compilazione del flusso Uniemens, reperibile nel sito internet www.inps.it all’interno della scheda della prestazione “Trasmissione UNIEMENS per datori di lavoro di aziende private”, sezione “Domanda”. Eventuali revisioni degli elenchi saranno effettuate con le successive pubblicazioni degli aggiornamenti dell’allegato tecnico.

3. Istruzioni operative

Al fine di dare attuazione alle previsioni di cui alla convenzione in commento, mediante l’acquisizione dei dati relativi alla rappresentanza sindacale secondo quanto definito tra le parti, vanno seguite modalità analoghe a quelle già illustrate con circolare n. 8 del 2018.

In particolare, nell’ambito della sezione <DenunciaAziendale> vanno compilati gli elementi volti all’acquisizione dei dati relativi a:

- contratto collettivo nazionale di lavoro applicato ai dipendenti;

- federazione di categoria cui i dipendenti aderiscono;

- numero dei lavoratori aderenti a ciascuna federazione, con separata evidenza del numero degli iscritti appartenenti a unità produttive con più di quindici dipendenti ove siano presenti rappresentanze sindacali aziendali (RSA) ovvero non sia presente alcuna forma di rappresentanza sindacale.

Per effettuare l’adempimento propedeutico di censimento delle matricole interessate, l’Istituto attribuisce il codice di autorizzazione “0Y” che, nel contraddistinguere la particolarità di carattere statistico dell’informazione raccolta, assume il significato di “Azienda che conferisce i dati relativi alla rappresentanza delle organizzazioni sindacali per la contrattazione collettiva nazionale di categoria”.

Per le matricole già codificate, in ragione della precedente convenzione con CONFSERVIZI, l’Istituto provvederà centralmente a prorogare la validità del predetto codice di autorizzazione. Per le matricole che ne fossero sprovviste, le imprese o gli intermediari delegati dovranno trasmettere una richiesta finalizzata all’attribuzione del codice di autorizzazione “0Y” tramite il servizio “Comunicazione bidirezionale” nella procedura Cassetto previdenziale aziende, scegliendo come oggetto “Variazione Dati Aziendali”. La Struttura territoriale INPS competente attribuirà il codice di autorizzazione, da cui deriverà l’impegno del datore alla trasmissione mensile dei dati relativi alle deleghe sindacali, con validità finale alla scadenza della convenzione CONFSERVIZI (maggio 2023).

In particolare, i dati relativi alla rappresentanza sindacale vanno valorizzati su ciascuna matricola con riferimento ai lavoratori che fanno capo alla matricola stessa e il codice di autorizzazione è attribuibile alla matricola aziendale per cui ne viene fatta richiesta. Pertanto, nel caso in cui allo stesso datore di lavoro siano associate più matricole, l’istanza di rilascio del codice di autorizzazione va effettuata per ciascuna matricola. Il servizio “Comunicazione bidirezionale” deve essere inoltre utilizzato per qualunque sistemazione attinente al codice di autorizzazione “0Y”.

Come anticipato, le aziende così censite, contraddistinte dal suddetto codice di autorizzazione, dovranno fornire gli elementi informativi volti alla rilevazione del numero delle deleghe sindacali relative al personale non dirigente.

In particolare, nella sezione <DenunciaAziendale> è presente un apposito elemento denominato <RappresentanzaSindacale>, che a sua volta si compone dell’elemento <ContrattoRS>, volto ad accogliere le informazioni utili per la rilevazione del numero delle deleghe relative a ciascun ambito di applicazione del CCNL a favore delle organizzazioni sindacali di categoria, secondo quanto previsto dal T.U. sulla Rappresentanza sottoscritto da CONFSERVIZI, CGIL, CISL e UIL in data 10 febbraio 2014.

Si ricordano di seguito le modalità di compilazione dei sottoelementi di cui si compone l’elemento <ContrattoRS>:

- <AnnoMeseRS>: va indicato, nel formato “aaaa-mm”, il periodo di riferimento delle informazioni relative al contratto e alle deleghe sindacali;

- <CodContrattoRS>: va indicato il codice del contratto applicato (cfr. Allegato n. 2);

- <CodFederazSindRS>: va valorizzato il codice assegnato dall’Istituto alle organizzazioni sindacali di categoria a cui i dipendenti aderiscono (cfr. Allegato n. 3);

- <NumIscrittiRS>: va indicato il numero delle deleghe dei dipendenti iscritti all’organizzazione sindacale riportato nell’elemento <CodFederazSindRS> - relative al periodo indicato in <AnnoMeseRS> e al <CodContrattoRS> - afferenti alla matricola;

- <NumIscrittiRSA>: va valorizzato il numero delle deleghe dei dipendenti iscritti all’organizzazione sindacale indicata nell’elemento <CodFederazSindRS> - relative al periodo indicato in <AnnoMeseRS> e al <CodContrattoRS> - in unità produttive che superino i quindici dipendenti e in cui siano presenti RSA ovvero non sia presente alcuna forma di rappresentanza sindacale. Si precisa che il numero indicato nell’elemento <NumIscrittiRSA> è un’informazione di dettaglio del sottoelemento <NumIscrittiRS> e che l’elemento va valorizzato solo ove ricorra la casistica indicata.

Sul piano temporale, si fa presente che i datori di lavoro interessati potranno fornire, con cadenza mensile, gli elementi informativi utili per la rilevazione delle deleghe, con la presentazione delle denunce Uniemens relative ai periodi di competenza decorrenti da ottobre 2020.

Si precisa, altresì, che, in fase di avvio, con la denuncia afferente al mese di ottobre 2020 saranno accettati anche i dati informativi sulla Rappresentanza sindacale, già disponibili, riferiti al periodo gennaio 2020 – settembre 2020.

Qualora l’azienda non riuscisse a rilevare i dati in tempo o avesse necessità di integrare o sostituire i dati già trasmessi, potrà fornire gli elementi informativi di cui si tratta nell’ambito delle dichiarazioni contributive Uniemens relative alle mensilità immediatamente successive ma per periodi di riferimento (<AnnoMeseRS>) non anteriori a gennaio 2020.

Ulteriori istruzioni di dettaglio sono contenute nel documento tecnico per la compilazione dei flussi delle denunce retributive e contributive individuali mensili Uniemens e nel relativo allegato tecnico disponibili sul sito www.inps.it.

Per quanto concerne la trasmissione dei dati relativi al numero delle deleghe sindacali rilevati nelle denunce Uniemens, ogni organizzazione sindacale firmataria o aderente al T.U. sulla Rappresentanza del 10 febbraio 2014 deve fornire, tramite CONFSERVIZI, un indirizzo di posta elettronica certificata a ognuna di esse univocamente riferito.

Il Direttore Generale
Gabriella Di Michele