Messaggio n° 2874 del 19-07-2022

Direzione Centrale Tecnologia, Informatica e Innovazione
Direzione Centrale Entrate
Direzione Centrale Organizzazione e Comunicazione Interna

Servizi ex Enpals per le imprese e gli intermediari delegati. Rilascio della nuova modalità di richiesta massiva del certificato di agibilità

Con il presente messaggio si comunica che, a fare data dal 21 luglio 2022, verrà introdotta una nuova modalità di richiesta massiva dei certificati di agibilità per le imprese del settore dello spettacolo, al fine di automatizzare i processi che riguardano i soggetti preposti a tale richiesta, evitando l’accesso al portale dell’Istituto.

Tale modalità prevede la richiesta massiva dei certificati di agibilità tramite l’utilizzo del sistema di Posta Elettronica Certificata (PEC), che possiede intrinsecamente le caratteristiche di sicurezza, riservatezza, integrità e non ripudiabilità già previste nel colloquio con le pubbliche Amministrazioni.

La nuova soluzione si aggiunge all’attuale modalità, presente nell’applicazione on-line, che permette l’upload di un file per la richiesta massiva, tramite l’apposita funzione denominata “Importazione massiva certificati agibilità” del servizio “Richiesta certificato di agibilità”, disponibile sul portale dell’Istituto nell’area “Servizi per le aziende e consulenti”.

Lo scopo dell’intervento, oltre a estendere le modalità di utilizzo del Servizio, è quello di rendere disponibile per il richiedente, tramite un canale sicuro e certificato (qual è il sistema di posta elettronica certificata), le informazioni di sintesi delle elaborazioni effettuate sul file di input (formato xml), che veicola le richieste di agibilità e i certificati risultanti, in un unico file compresso che, lato utente, potrà essere prelevato anche interfacciandosi con la propria casella PEC.

I soggetti, che intendono utilizzare la nuova modalità di richiesta dei certificati di agibilità attraverso il canale PEC, dovranno accreditarsi tramite l’apposita funzione presente all’interno dell’attuale applicazione telematica, ossia:

  • cliccare sul pulsante “Richiedi l’abilitazione del servizio Agibilità PEC”;
  • compilare opportunamente i campi presenti nella successiva maschera:
  • codice fiscale e denominazione dell’impresa/intermediario abilitato che intende accreditarsi;
  • indirizzo della casella PEC che verrà utilizzata per la richiesta/ricezione dei certificati di agibilità;
  • completare l’invio della richiesta, cliccando sull’apposito pulsante.

Il sistema visualizzerà a video il messaggio di conferma della richiesta di accreditamento.

Successivamente sarà inviato un “codice di sicurezza” all’indirizzo PEC del richiedente, specificato in fase di accreditamento, che dovrà essere inserito nella maschera di conferma per il completamento della procedura di accreditamento.

Il codice di sicurezza generato ha una validità di 48 ore dalla data di invio della richiesta. Se il tentativo di attivazione dell’utente verrà effettuato trascorso tale lasso di tempo, l’applicazione visualizzerà un messaggio di errore e l’utente dovrà ripetere la procedura dall’inizio.

Per il buon fine delle richieste di agibilità tramite canale PEC sarà necessario attenersi alle convenzioni e alle regole definite nel documento che descrive le specifiche del servizio allegato al presente messaggio (Allegato n. 1).

La nuova modalità di richiesta del certificato di agibilità è rivolta ai soggetti legittimati (datori di lavoro/committenti ovvero professionisti mandatari del datore di lavoro individuati dalla legge 11 gennaio 1979, n. 12) al ricorrere delle fattispecie che comportano l’obbligo di richiesta secondo quanto previsto dalle norme vigenti (art. 6 del D.lgs C.P.S. 16 luglio 1947, n. 708) e nel rispetto delle disposizioni amministrative adottate in materia dall’Istituto (da ultimo, il messaggio n. 1612/2019).

Il Direttore Generale
Vincenzo Caridi