Museo Multimediale
Trova in INPS
/ Prestazioni e Servizi / Museo Multimediale

INPS per l'Arte
Home > Opere > Il Lavoro I

Contenuti correlati

cerca

Cerca per:



Arte Contemporanea

Il Lavoro I

Il Lavoro I

Francesco Coccia

La decorazione scultorea inserita nella facciata della sede provinciale dell’Inps di Firenze è composta da tre bassorilievi. Ciascuna sezione illustra differenti scene di lavoro, quale metafora dei diversi gruppi di contribuenti Inps, dagli agricoltori agli operai, con in alternanza figure meccanicistiche e strumenti di lavoro.
L’intera struttura architettonica è direttamente scavata e aperta verso l’esterno attraverso un taglio stilistico nettamente formalista-concretista.
La sezione centrale raffigura le quattro stagioni, individuate mediante la fatica ed il lavoro contadino. Per tale soggetto Coccia preferì far ricorso ad un linguaggio naturalistico, mentre al lavoro urbano dell’uomo, rappresentato nella sezione inferiore ed identificato nelle costruzioni architettoniche, corrisponde stilisticamente e quasi metaforicamente, un carattere più materico.
Le figure umane sono come inserite  a forza nella trabeazione; viste a volte in orizzontale, forzando perciò il taglio e la dimensionalità del bassorilievo stesso, oppure ad angolo con la cornice delle finestre superiori.

Informazioni sull'Opera

Sede: Ferrara, Sede Provinciale

Anno: 1957

Tecnica: Bassorilievo in marmo

Dimensioni: 150x700 cm

Francesco Coccia

L’artista, nato nel 1902 a Palestrina, studia all’Accademia di Belle Arti di Roma, specializzandosi da subito nell’arte scultorea, e conclude la propria formazione nello studio di Villa Strohl Fern. Già dalle sue prime opere è evidente la predilezione per forme compatte, contorni decisi e superfici opache. Coccia sviluppa inoltre una tecnica prevalentemente bidimensionale, sfruttandola in particolar modo nelle numerose decorazioni architettoniche-monumentali realizzate nel corso della sua carriera. Nel 1948 è chiamato, come primo Commissario ministeriale postbellico, a dirigere la V Quadriennale Nazionale d’arte di Roma. Due anni dopo compie per il mausoleo delle Fosse Ardeatine il grandioso gruppo dei Martiri.
Leggi